2° Seminario Tecnico di Kendo, Gaeta 25 e 26 luglio 2015

Giorno 18 di un torrido Luglio a Gaeta, eppure l’alba non arriva mai abbastanza in anticipo quando si tratta di lanciare il cuore in un seminario di Kendo, soprattutto quando vi sono Sensei di spicco come Fabrizio Mandia e Christian Filippi.
Una nutrita rappresentanza dell’ARK ha partecipato all’evento organizzato dal Kenyu Kai Gaeta, praticando le tecniche di allenamento proposte dai due rappresentanti della Nazionale Italiana, per migliorare le prestazioni sportive e per prepararsi allo Shiai.
Il seminario è stato frequentato da moltissimi kenshi provenienti non solo da Gaeta ma anche dai Dojo di Roma e delle vicinanze: Napoli, Salerno, Bari eccetera.
Durante l’allenamento si è passati dalle tecniche di base, dal Kihon, in cui sono state molte le correzioni e le spiegazioni, poiché solamente attraverso una buona pratica ed una padronanza ferma delle tecniche è possibile eseguire un kendo efficace, alle tecniche più avanzate di shiai, in cui velocità e la fluidità del movimento, divengono elementi essenziali per dare all’ippon la brillantezza e l’esplosività.
Durante i due giorni di seminario Mandia e Filippi si sono resi disponibili a fornire tutte le spiegazioni e a rispondere a tutte le domande dei praticanti più giovani, per consentire a tutto il gruppo di crescere in armonia.
Con i praticanti avanzati si sono invece concentrati per far esprimere al massimo a ciascuno il proprio potenziale.

unnamed2

I due Maestri hanno anche dato ampia spiegazione dei concetti di Sen no Sen, di Go no Sen e Sensen no sen come status mentali da padroneggiare per affrontare correttamente lo Shiai ed arrivare ad un Ippon pulito.
Come sempre il concetto più complesso da affrontare nel kendo è l’assoluta padronanza del sé e della propria mente, di apprendere fino in fondo il kokoro – cuore e coraggio – e di raggiungere la pace nella mente, per poter mettere in atto le strategie efficaci una volta che le shinai dialogano e che i due kenshi pongono i propri universi l’uno di fronte all’altro.
È stato anche ampiamente spiegato come è necessario raggiungere uno stato di rilassatezza degli arti superiori, tale da poter permettere alla propria Hara di percepire le vibrazioni che vengono emanate dal dialogo delle shinai, e di agire di conseguenza con rapidità, fluidità ed efficacia.
Oltre agli insegnamenti teorici è stato dato anche amplissimo spazio ai keiko tra i partecipanti e con i Sensei, e sono stati molti gli incontri degni di nota.
Si sono incontrati, sul filo dello shinai, vecchi e nuovi amici, in un trionfo di Ippon.
Grazie anche al prezioso contributo di Fiammetta, che ha collaborato con il Kenyu Kai Gaeta per la realizzazione dell’evento e per la logistica dei Maesti, è stato possibile assistere a questi preziosi insegnamenti che, si auspica diventino un appuntamento fisso.

unnamed

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 2° Seminario Tecnico di Kendo, Gaeta 25 e 26 luglio 2015

  1. Pingback: shuuenkan | 2° Seminario Tecnico di Kendo, Gaeta 25 e 26 luglio 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...