Oslo Kendo Open, Oslo (Norvegia) 5 e 6 settembre 2015

Comincia bene la stagione 2015-2016 per l’ARK con la vittoria agli individuali Dan e a squadre all’Open di Oslo.

20150904_144245

Giunti ad Oslo venerdì 4 settembre nel pomeriggio Enrico Banchetti, Maurizio Ricci e Sara De Angelis completano la spedizione con Federico Ghirardini del Parma Kendo Kai. Il palazzetto quest’anno cambia ed è situato nella bella cornice del parco di Ekeberg.

Sabato gli individuali Dan, Kyu e femminili. Partono i Kyu e Sara De Angelis esce prima dalla propria poule e arriva in finale contro Rihannon Cajipe-Stansfield, atleta scozzese di Edimburgo che riesce a vincere e a conseguire anche il Fighting Spirit.

Ma non c’è tempo per riprendersi che parte subito la competizione femminile. Sara De Angelis purtroppo non riesce a fare il bis perdendo ai quarti nuovamente contro Rihannon Cajipe-Stansfield.

E’ il turno dei Dan. Maurizio Ricci e Enrico Banchetti passano per primi la poule. Federico Ghirardini passa invece secondo innescando così un derby tutto italiano con Banchetti e uscendo all’encho. Andando avanti Ricci e Banchetti ai quarti incontrano rispettivamente l’atleta inglese O’Brien e l’atleta greco Karampatsos, che combatte in jodan. Entrambi passano e si ritrovano in semifinale contro due atleti di casa in un doppio derby incrociato dal sapore calcistico Lazio vs Oslo. Banchetti dopo un lungo encho si ferma al terzo posto. Mentre Ricci consegue l’accesso alla finale battendo K. R. Helland. Maurizio Ricci e Marianne Skiftesvik disputano la finale vinta da questi entro il tempo regolamentare con un katate-men. Primo oro per la compagine romana.

20150906_141206

Sabato sera spaghettata al pesto e fagiolata alla zozzona per riprendere le forze, tutto rigorosamente cucinato da italiche mani barricati nella camera-covo, onde non rischiare di incorrere negli orrori culinari locali.

20150905_212014

Domenica. Prima della gara a squadre l’amico Federico Ghirardini affronta l’esame da terzo Dan di fronte alla commissione composta da Maestri inglesi e norvegesi: unico Kenshi a passare. Complimenti a lui.

La gara a squadre è a eliminazione diretta e vede il gruppo ARK/PKK Banchetti, Ricci, Ghiradini partire subito col piede giusto. Il gruppo italiano si conferma la squadra da battere, e infatti i nostri riescono a sbaragliare la concorrenza e ad arrivare in finale, dove si prospetta un altro scontro contro i padroni di casa dell’Oslo OSI Kendo che vince la semifinale contro la squadra mista di Edimburgo più la transfuga ARK Sara De Angelis.

20150906_113050
(il segreto dietro la vittoria della squadra italiana)

La finale è combattuta e spigolosa, vista anche la stazza media dei kendoka locali, ma alla fine del terzo incontro saranno i nostri a portare a casa il primo posto. Secondo oro italiano dunque.

20150906_140653

Immancabile jigeiko finale con i simpaticissimi Maestri britannici che hanno dispensato consigli utilissimi per il proprio percorso di studio, ma anche apprezzatissime e maschie mazzate.

Un particolare ringraziamento all’OSI Kendo per l’organizzazione dell’evento e a Federico da Parma che ha accettato di essere dei nostri in questa ennesima trasferta di kendo.

20150905_214700

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...