Trofeo internazionale Città di Alessandria, 11-12 ottobre 2014

Da ormai undici anni l’Accademia Kodokan riunisce ad Alessandria i migliori kenshi a livello europeo ed internazionale. Quest’edizione del Trofeo Internazionale Città di Alessandria, che si è svolta al PalaCima l’11 e il 12 ottobre, ha visto la partecipazione di una folta delegazione dell’Accademia Romana Kendo, i cui atleti si sono schierati accanto ad oltre 200 praticanti provenienti da Francia, Grecia, Germania, Ungheria, Russia e Corea.

Dopo la cerimonia di apertura, la kermesse sportiva è entrata nel vivo sabato 11 con le categorie individuali: a rappresentare l’ARK Leonetta Chianura e Sara De Angelis per la categoria Kyu – la prima a scendere in campo – e per quella femminile; per la categoria dan Enrico Banchetti, Alessandro Molinari, Maurizio Ricci, Luigi Salvia, Roberto Oliva e Federico Capone. Complice la formula di gara ad eliminazione diretta, il cammino inizia subito in salita per le donne dell’ARK, fermate sia ai kyu che ai femminili, e per Molinari e Oliva, fermati rispettivamente da atleti dell’Athens Kendo Club e dell’Akamon Dojo Saint Etienne. Mentre Federico Capone arriva a disputare i sedicesimi, Enrico Banchetti e Maurizio Ricci proseguono fino agli ottavi, per poi dover cedere il passo agli atleti coreani.

Nella giornata di domenica l’Accademia Romana Kendo schiera due squadre: la prima formata da Banchetti, Molinari e Salvia, la seconda da Oliva, Capone e Ricci. Il Moscow Kendo Club e la formazione “giovane” dei padroni di casa del Kodokan si rivelano degni avversari, che pongono fine all’avventura alessandrina delle formazioni dell’ARK; stessa sorte tocca alle donne dell’Accademia, “prestate” agli amici del Takemusu Dojo di Cagliari (De Angelis) e del Phoenix Kendo Club di Budapest (Chianura).
A dominare la manifestazione gli atleti coreani, che si sono aggiudicati primo e secondo posto sia negli individuali dan che nella competizione a squadre: sui primi due gradini del podio rispettivamente Jeong Hoo e Im Boe, seguiti da Fabrizio Mandia e Min Dong per la categoria dan; oro a squadre per la Sung Kyun Kwan University e argento alla Daegu University, mentre il terzo posto va all’Akamon Saint Etienne e a Ginevra. La tedesca Sabrina Kumpf vince l’individuale femminile, seguita da Serena Ricciuti del Cus Verona e dalla greca Akila Asteria ex aequo con la svizzera Deivrer. Alberto Sozzi del Kodokan sbaraglia invece la concorrenza kyu, battendo in finale Della Valle di Savona, seguito al terzo posto da Andrea Firbus (Kodokan) e Crisci del kendo Genova.
Nessuna medaglia torna all’ARK insieme ai nostri atleti, ma la voglia di migliorare e di continuare a praticare insieme ad amici vecchi e nuovi provenienti dai dojo di tutto il mondo rimane, così come rimarrà il ricordo della calorosa accoglienza degli amici del Kodokan, che ci auguriamo di rivedere presto.

1779091_10154655731115198_1131378024784833696_n

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...